febbraio 03, 2012

How to make "FUROSHIKI bag"



Attraverso nodi.(senza cuciture!!) ...ho cercato di riproporre una shopping bag con l'arte del Furoshiki giapponese...Mi hanno da poco portato questo bellissimo regalo (all'apparenza una bellissima stoffa giappo) ma in realità una alternativa eco alle bag di plastica.. inoltre molto veloce da fare..così ho pensato di "assemblarla" immediatamente..che ne dite?
Qui vi mostro una sola versione, ma ce ne sono tantissime a seconda di cosa volte ottenere o volete impacchettare..
Noemi
ps: fatemi sapere se vi è utile il tutorial :-)




Ecco cos'è il FUROSHIKI:
Il furoshiki è un quadrato di stoffa. Piegato e annodato serve per...
contenere e trasportare oggetti, o per avvolgere elegantemente dei regali.
Può essere di cotone, seta, rayon. Coloratissimo colori ‘Edo’ (marrone, nero, verdone) per gli uomini, fantasie e colori ‘Kyoto’ per le donne, double face, con il blasone della famiglia, delle scritte commemorative, con fantasie o in tinta unita. Fatti a mano, a macchina, da massaie, artigiani, artisti, bambini. C’è l’imbarazzo della scelta.
Il lato di questo fazzolettone quadrato varia da i 45 cm per piccole cose fino a 230 cm per mettere via futon invernali durante l’estate.
 Scegliere e annodare un furoshiki è diventata un’arte che si tramanda di generazione in generazione da ben più di mille anni. Non basta un pezzo di stoffa qualsiasi, bisogna valutare il colore, il disegno e il tessuto. Anche l’occasione determina quale furoshiki usare. Ad esempio, un regalo verrà avvolto in un furoshiki di seta su cui sarà stampato un motivo tradizionale, come fiori di ciliegio. A volte chi fa il regalo può addirittura insistere perchè l’altra persona accetti in regalo anche il furoshiki.

 In origine, il Furoshiki (la parola è composta dal termine FURO, cioè bagno) era una canestro da lavanderia usato per trasportare gli abiti al bagno pubblico e, anche nelle epoche successive, è stato principalmente associato a questo uso. Lentamente, però, il fazzoletto è stato ingrandito o rimpicciolito, adeguandosi alle misure di qualunque oggetto di cui si volesse far dono o che si intendesse trasportare in modo pratico.

Oggi l’arte del Furoshiki come pratica per preparare preziosi pacchi doni, per confezionare originali borse da spesa  o da passeggio e addirittura per realizzare vestiti sta conoscendo un nuovo revival, dopo che l’epoca del consumismo e dell’endemica fretta moderna ne avevano appannato il ricordo.

ecco qui aluni modo per realizzare pacchetti Furoshiki:

6 commenti:

  1. Bella!!! Proverò!! Mi sono trasferita da poco ed abito non Più con i miei..non sai quanto ho rivalutato le buste per la spesa!!! Non è per i 0.10€ a busta (ma anche) ma il fastidio di doverla comprare ogni volta e poi cercare un modo per riutilizzarla e puntualmente la dimentichi a casa?!! Che stress!!! Quindi (scusa lo sclero!) proverò a fare una furoshiki e la userò così! Grazie :)

    RispondiElimina
  2. Brava hai ragione.. Mi sa che è proprio questo lo scopo giusto!!! Fammi sapere come è andata con la spesa!! Eh eh...ciao ciao

    RispondiElimina
  3. Bellissimo post! Adoro i furoshiki (devo aver fatto un post a riguardo anche io :P) e soprattutto tutta la mentalità eco-friendly e 'faidate' che c'è dietro!

    Ti andrebbe di dare un'occhiata da me?
    |FolleMente Fashion|
    Bacio

    RispondiElimina
  4. bravissima tu sei geniale quante ideeeeeeeee...il tuo blog e fantastico provero a farle anche io queste cosette ...e postero sul mio blog che sara un misto tra cucina e arte si perche la tua e arte...un bacio
    passa pure da me
    makakaiskitchen.blogspot.com

    RispondiElimina
  5. che bello il tuo blog!
    credo proprio che da oggi tra i tuoi followers ci sarò anch'io!

    RispondiElimina
  6. Bella! Ho cominciato da poco ad usare il furoshiki per i regali ma non l'ho ancora provato come borsa. :) Lisa

    RispondiElimina